Chiamaci allo 010 6969502
ZENA COSTRUZIONI LOGO

Comfort abitativo

Riscoprite il vero comfort abitativo


Oggi non si può parlare di ristrutturazioni senza prendere in considerazione la riqualificazione energetica e il comfort abitativo
Soluzioni per migliorare il benessere termico, l’illuminazione naturale e la qualità della vita indoor.
Il comfort abitativo è una condizione di benessere che si crea all’interno di un ambiente in funzione di quattro parametri, ovvero la temperatura, la qualità dell’aria, l’acustica e la luminosità. Quando si esegue una ristrutturazione, nella propria abitazione, in ufficio o in qualsiasi luogo di vita, bisogna far sì che tutti i parametri raggiungano valori ottimali. Tale obiettivo viene conseguito a fronte di un progetto ben studiato e attraverso la scelta dei materiali più adatti.

Comfort termico

Il comfort termico è quello stato di benessere in cui il soggetto non avverte sensazioni né di caldo né di freddo, definito come condizione mentale di soddisfazione nei riguardi dell’ambiente termico.
La temperatura in un locale abitato per essere percepita confortevole in inverno deve essere oltre 20°C, mentre in estate non deve superare i 26°C. Per poter garantire un buon comfort termico in sede di ristrutturazione bisogna progettare adeguatamente i sistemi di isolamento, soprattutto esterno, per la protezione dell'involucro dell'edificio e per evitare la formazione di ponti termici che comporterebbero delle perdite di prestazioni.

Isolamento termico

Per migliorare il comfort termico degli ambienti bisogna scegliere, consultandosi con i nostri tecnici, il metodo di isolamento più adatto alle proprie esigenze, sulla base dei dati tecnici relativi alla zona climatica ed alla tipologia delle strutture esistenti. Tuttavia è possibile fornire delle linee guida da seguire in alcune circostanze standard. I metodi d’isolamento variano a seconda delle esigenze: coloro che vivono in villa potrebbero optare senza troppi problemi per metodi più incisivi come l’isolamento a cappotto, mentre chi abita in condominio per agire sull’involucro esterno deve avere il nulla osta dell’assemblea condominiale oppure agire internamente.

Isolamento a cappotto

Per rendere ottimale il comfort termico di un edificio si dovrebbe applicare all’esterno della struttura un cappotto termico, ovvero un sistema di coibentazione di facciate basato su elementi isolanti prefabbricati che vengono applicati sulla parete esterna mediante incollaggio, oppure mediante un ulteriore fissaggio meccanico con tasselli, e che vengono rivestiti con uno o più strati di rasatura.
Il sistema d’isolamento termico a cappotto, abbinando il potere isolante dall’esterno e lo sfruttamento della massa interna della muratura, permette di ottenere un’elevata attenuazione dell’onda termica entrante e un maggior sfasamento temporale in modo che il picco di calore che si è avuto nelle ore più calde del pomeriggio arrivi all’interno nelle ore più fresche notturne, quando può essere più facilmente dissipato grazie alla ventilazione naturale degli ambienti.

Esempio cappotto esterno

Un esempio di cappotto esterno, con un sistema di isolamento in polistirene espanso sinterizzato (EPS) con collante e rasante minerale in polvere che unisce ottime caratteristiche isolanti a costi contenuti e ad una grande semplicità di lavorazione, ideale per il ripristino e la riqualificazione delle facciate di edifici esistenti.
isolamento cappotto esterno
isolamento insufflaggio

Insufflaggio

L’insufflaggio è una tecnica con la quale, grazie all’ausilio di adeguati macchinari, è possibile immettere un materiale isolante nell'intercapedine, murature a cassa vuota, tetti in legno, sottotetti fino al riempimento di ogni singolo spazio. Il materiale introdotto all'interno dello spazio adibito sono isolanti termoacustici sfusi, come i fiocchi di cellulosa di legno, lana di vetro, lana di roccia e poliuretano espanso. L'intervento può essere realizzato sia nella costruzione di edifici nuovi, sia nella riqualificazione energetica di quelli esistenti.

Isolamento termico dall'interno

Quando non sussistono le condizioni per effettuare un intervento di riqualificazione energetica dell’involucro sulle facciate esterne dell’edificio, la soluzione migliore è operare direttamente sul lato interno delle pareti. Bisogna però specificare che a fronte di un discreto miglioramento termico tale soluzione potrebbe presentare degli svantaggi come un restringimento degli spazi abitativi interni, il mancato sfruttamento dell’inerzia termica della muratura ovvero lo strato isolante interno non permette di impiegare il calore che in condizioni normali i muri riescono ad accumulare e una minore resistenza alla diffusione del vapore.

Cappotto interno in Aerogel

Ad oggi tali sistemi, data la praticità d’esecuzione e l’utilità per coloro che vivono in centri storici e zone vincolate, si sono perfezionati arrivando a dei buoni risultati. Si può effettuare un sistema di isolamento termico per interni con lastra isolante in Aerogel, materiale altamente innovativo già impiegato per l’isolamento termico nell’industria missilistica e aeromobile, che consente di ridurre al minimo la perdita di spazio abitativo e ottenere dei valori di conduttività termica molto bassi.
isolamento cappotto interno aerogel

Finestre a taglio termico

Per mantenere una buona temperatura interna non basta isolare termicamente le pareti se non si pensa anche a come coibentare gli infissi, spesso i punti deboli dell’edificio nel trasferimento del calore dall’ambiente interno e quello esterno. Per ridurre questo effetto negativo oggi sono molto utilizzati e incentivati (detrazioni 65%) gli infissi a taglio termico che interrompono la conducibilità termica.
sezione finestra taglio termico

Sezione finestra a taglio termico

Particolare rilevanza assumerà anche il vetro, componente importante negli infissi a taglio termico, generalmente costituito da una camera d’aria e con caratteristiche basso-emissive che ne aumenta le prestazioni di tenuta. La camera interna del vetro può contenere normalissima aria, ma sempre più diffusa è l’immissione di gas argon che contribuisce ulteriormente all’aumento dell’isolamento termico. Tra gli infissi a taglio termico vi sono quelli in alluminio e legno con profili a taglio termico in alluminio all’esterno e in legno all’interno, assemblati con barrette alveolari che garantiscono le massime prestazioni in un serramento.
Sempre disponibili al 340 3956427
Share by: